Niente ricatti sugli incentivi

C’è una pretesa che aleggia nel governo. Quella che, dopo aver usufruito degli incentivi pubblici, si pretenda che le imprese che ne hanno usufruito prendano decisioni in linea con quelle dei desiderata governativi. E’ un po’ ciò che si respira attorno al caso Fiat e a sostenerlo non sono solo i sindacati, ma anche alcuni ministri ultimo Elio Vito ministro (giuro che non lo sapevo) dei Rapporti con il Parlamento. E’ una tesi che per alcuni può avere una logica, ma è pericolosissima significa teorizzare la statalizzazione di un’impresa senza acquisto delle azioni e quindi rapinare gli azionisti dei loro diritti.
Gli incentivi devono essere temporanei ma soprattutto “gratis”, cioè non possono in alcun modo sottoporre l’azienda che ne usufruisce al ricatto del governo. Ricatto del tipo: ti do gli incentivi ma tu non chiudi Termini, così, per fare un esempio. Il pubblico deve rigorosamente astenersi dall’intervenire nelle scelte industriali dell’impresa utilizzando questo come grimaldello. Lo Stato elargisce gli incentivi ad un particolare settore industriale per motivi, diciamo, sociali, cioè per aiutare un settore (non una singola industria) economico particolarmente labour intensive, a superare un temporaneo (anche se bisognerebbe chiedersi: quanto temporaneo) calo della domanda. Se però poi entra in gioco il ricatto vuol dire che si attribuisce il diritto di mettere becco nelle scelte di tutte le industrie degli elettrodomestici bianchi, di biciclette, di motorini (i tre settori che hanno ricevuto gli incentivi recentemente) d’Italia. Questo è statalismo. Ed è sbagliato.
Anche perché: come la mettiamo se, nonostante gli incentivi, i consumi di quel particolare prodotto non ripartono? Come la mettiamo se nel 2009 la Fiat invece di aumentare le quote di mercato le avesse perse nonostante gli aiuti alla rottamazione?
Ecco perché gli incentivi sono un’arma delicatissima da usare con grande sapienza e dei quali occorre parlare con molta parsimonia e cura. E, soprattutto, sono un’arma da usare il meno possibile. Meglio mai.

Fonte immagine: http://www.impresalavoro.eu/wp-content/incentivi-auto.jpg

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: