L’autorità morale di Giavazzi e Boeri

Gli economisti affermati che scrivono sulle prima pagine dei maggiori quotidiani, non hanno né autorità morale né credibilità scientifica, per dire che il governo ha mentito agli italiani quando affermava che l’Italia è messa meglio di altri Paesi e sta uscendo meglio di altri dalla crisi. E chi ha letto il mio libro “Bluff” sa che di previsioni economiche me ne intendo avendo letto tutte (dico: tutte) quelle che i Giavazzi e i Boeri avevano fatto all’inizio della crisi mondiale tra il 2007 e il 2008. Ebbene, non avevano previsto che il mondo sarebbe andato in recessione. Per loro tutto andava benissimo e quello che stava succedendo in Usa era una “correzione dei mercati che sarebbe durata “poche settimane” e i catastrofisti (alla Roubini) con il loro pessimismo non facevanmo altro che diffondere il panico. Che oggi questi stessi economisti ci vengano a dire che l’Italia è sull’orlo del crack fa sorridere. Certo che Tremonti e Berlusconi hanno infuso ottimismo. Certo che hanno detto per mesi e magari per anni che l’Italia era al sicuro. Ma che cosa ci si aspettava da degli uomini politici? Che facessero loro i catastrofisti? E che cosa ha detto, per anni, la signora Merkel? Che la Germania avrebbe avuto bisogno di una manovra-monstre come quella che sta approvando oggi? E Zapatero diceva che la disoccupazione sarebbe salita al 20%? E’ ovvio che i politici sono ottimisti, lo sono per dovere. E comunque nessun esponente del governo ha mai detto che i conti pubblici italiani sono in ordine. Tremonti da anni, anzi, ripete la cantilena: “Abbiamo il terzo debito pubblico del mondo non essendo la terza economia del mondo”. Il discorso del governo ha sempre riguardato le prospettive di uscita dalla crisi e su questo i dati non sono negativi. Poi è arrivata la “tragedia greca”, scoppiata soprattutto per il mancato controllo sui conti pubblici di Atene da parte dell’Eurostat sotto la presidenza Prodi della Ue, e tutti i Paesi sono stati costretti a correre i ripari. Di fronte all’ottimismo “dovuto” dei governi e dei politici, sono gli esperti che dovrebbero intervenire smascherando i loro eccessi. Sono gli economisti a doverci dire come stanno davvero le cose, magari dopo aver fatto un bel mea culpa che da questi esperti non è mai arrivato. Non lanciarono alcun allarme allora per salvare le loro teorie dei mercati “perfetti” che si “autoregolamentano”, per difendere “l’innovazione finanziaria” che avrebbe portato pace e prosperità in tutto il pianeta. Con quale autorità dicono, ora, che il governo ha mentito?

Vedi anche http://www.ilsussidiario.net/articolo.aspx?articolo=72096 e http://www.repubblica.it/esteri/2010/01/03/news/il_papa_futuro_nelle_mani_di_dio_non_di_maghi_o_economisti-1821307/

Fonte immagine

Annunci

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: