Cossiga spiega cos’è la politica

L’anticipazione dell’ultimo libro di Francesco Cossiga, “Fotti il potere” è il testamento politico di un uomo che nella vita ha fatto tantissime cose tranne lavorare. Ha potuto così accumulare una certa quantità di esperienza e oggi, con imperdonabile ritardo, ha voluto metterci al corrente di cosa ha imparato dalla vita. E siccome ha passato la vita a fare politica, di quella solo può parlare. Avvertenza: sembrano le frasi di un nonno incattivito che spiega ai nipotini un po’ coglioni come va il mondo, ma, se ci si pensa un attimo, sono molto peggio.

“Politici incoerenti? Certo, embé?”

“La politica è un’arte, cultura e ragione non contano”

“A volte, seminare il terrore può essere utile”

“Non tutti hanno diritto alla verità”

“Il bravo politico manipola e falsifica”

“Un vero leader deve aver frequentato il Male”

“La politica ha bisogno di silenzi e zone d’ombra”

“Esistono tradimenti doverosi e persino morali”

Belle frasi davvero. Mi permetto, io che non ho mai fatto politica, di aggiungere qualche massima altrettanto saggia che ho sentito l’altra sera al bar

“I politici rubano”

“I politici si fanno solo i fatti loro”

“Non cambierà mai niente”

“Ci provino loro a vivere con 900 euro al mese”

“Negli ospedali pubblici sono tutti raccomandati, in quelli privati ci vanno i ricchi”

“Non ci sono più le mezze stagioni”

“Una volta qui era tutta campagna”

“Si stava meglio quando si stava peggio”

fonte immagine

Annunci

Tag: ,

2 Risposte to “Cossiga spiega cos’è la politica”

  1. aron2201sperber Says:

    dopo la bomba alla stazione di Bologna invece di guardare a la pista logica, che fu anche indicata da mebri del suo governo, dichiaro la matrice fascista in senato gia dopo due giorni.

    http://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_Libro.asp?CodiceLibro=1460.49

    Perche?

    dopo che la “Supertangente” Eni-Petromin era fallita, il Sistema Cossiga-Andreotti aveva bisogno del petrolio di Gaddafi per la “Supertangente” che poteva finanziare il loro sistema.

    http://archiviostorico.corriere.it/2009/settembre/16/007_trame_oscure_della_prima_co_9_090916058.shtml

    nell 2008 Cossiga dichiaro la strage di Bologna come “Incidente della resitenza palestinese” (dopo che la commissione Mitrokhin rivello la presenza di Kram a Bologna il giorno dell strage)

    http://www.corriere.it/politica/08_luglio_08/cossiga_cazzullo_f6395d90-4cb1-11dd-b408-00144f02aabc.shtml

    Thomas Kram alias “Lothar” era un uomo di Carlos, ma Carlos in quell periodo non lavorava piu con i vecchi cameradi palestinesi del PFLP ma per Gaddafi:

    http://aron2201sperber.wordpress.com/2010/05/23/thomas-kram-alias-lothar/

  2. aron2201sperber Says:

    ho scritto un articolo sulle 4 piste della Strage:

    http://strage80bologna.wordpress.com/2010/06/01/le-4-piste/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: