La cuccia calda del monopolio

Ci sono due provvedimenti presi da questo governo che dimostrano che l’Italia sta reagendo praticamente alla crisi in modo contrario a come teoricamente dovrebbe.Sono: la reitroduzione delle tariffe minime per gli avvocati e la reintroduzione delle tariffe minime per gli autotrasportatori. Esegeti dell’azione di governo ne troveranno mille di provvedimenti del genere, ma anche solo questi non sono niente male. In pratica si restringe l’area di concorrenza, si garantiscono gli insider, si svantaggiano gli outsider e si aumentano i prezzi per la collettività. Ciò che ci si aspetterebbe da un governo forte (e liberale) è esattamente il contrario: totale libertà di fissare il prezzo che si vuole e vinca il migliore, tutelando chi non ce la fa con una serie di ammortizzatori sociali magari finanziati dagli aiuti dei quali gode il settore dell’autotrasporto. Ho l’impressione che a questi due provvedimenti ne seguiranno altri in altri settori. D’altra parte la decisione di rinviare nuovamente il pagamento delle multe per chi ha sforato le quote latte a fine dicembre (scommetto che a Natale ci sarà un altro rinvio) è, anche quello, in un certo senso, una piccola violazione alle regole della concorrenza le quali impongono che chi non sta alle regole (soprattutto se sono una minoranza) paga. E ho anche l’impressione che il motivo sia da ricercare nel fatto che la cuccia calda del monopolio sia riscaldata da un governo che necessita della massima coesione sociale. I tagli alla manovra hanno scontentato quasi tutti (e questo di per sé potrebbe essere un buon indicatore della necessità di farli, quei tagli), ma non si può tirare troppo la corda. Di tutto c’è bisogno ora tranne che di blocchi stradali dei padroncini e di scioperi degli avvocati nei tribunali o manifestazioni di allevatori imbufaliti davanti a Monte Citorio. Per la concorrenza, temo, bisognerà aspettare ancora un po’.

vedi anche qui

fonte immagine

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: