“MANI BUCATE” La Darwin Airline costretta a fare a meno dei sussidi (ma gli altri no)

Basta soldi pubblici a Darwin Airline. La Puglia ha deciso di non dare più sussidi alla compagnia aerea che, quindi, aumenta il biglietti per i suoi collegamenti da e per la Regione. “Solo grazie all’erogazione dei contributi, i voli a destinazione di Milano, Torino e Palermo, hanno potuto essere operati a condizioni tariffarie particolarmente vantaggiose per l’utenza, e risultare, comunque, finanziariamente sostenibili per la compagnia”, ha detto l’amministratore delegato della compagnia, Fabio Parini. Restano confermati per la stagione invernale i voli giornalieri da Foggia per Milano Malpensa, le 4 frequenze a settimana per Torino e i 3 collegamenti settimanali per Palermo.

Si può discutere all’infinito della necessità o meno di usare soldi pubblici per diminuire il costo del biglietto dell’aereo, e si può discutere se sia giusto che un servizio commerciale che si deve confrontare con il mercato ottenga sussidi a carico anche di chi di quel servizio non usa. Io personalmente sono contrario, anche perché scrivendo “Mani bucate” ho scoperto che difficile, difficilissimo trovare un solo aeroporto italiano che non dia soldi ai propri clienti, cioè ai vettori aerei. E questo significa che nel settore del trasporto aereo la concorrenza è un’ipotesi, una pura teoria, perché non vince, ovvero non guadagna, la compagnia migliore, ma la compagnia che opera negli aeroporti più generosi ubicati nelle Regioni maggiormente disposte a usare i soldi delle tasse per finanziarli. Questa non è concorrenza, questa è una battaglia che le amministrazioni locali si combattono tra loro sulle spalle delle tasse dei cittadini.

Solo per fare un esempio riporto un breve brano di “Mani bucate” contenuto nel capitolo riguardante proprio il trasporto aereo. Nel 2007 proprio la Puglia “chiede (alla Ue, ndr) di poter dare soldi ai vettori che fanno scalo nella regione. Però lo fa in modo scientifico: per esempio, se le compagnie aeree vogliono sussidi si devono impegnare a far pagare un Bari-Genova al massimo 61,59 euro; un Brindisi-Torino 80,97 euro; un Taranto-Milano 82 euro e un Foggia-Venezia 59,74 euro. Insomma: ormai è chiaro come funziona. La Regione paga gli aeroporti, che pagano i loro clienti. Il mondo al contrario”.

Annunci

Tag: , , , ,

Una Risposta to ““MANI BUCATE” La Darwin Airline costretta a fare a meno dei sussidi (ma gli altri no)”

  1. guidi Says:

    non mi convincete, siete “opchi”. Come mai non mettete in evidenza uno dei buchi più pesanti, mafiosi, schifosi e disonesti e cioè la truffa effettuata dai ladri-allevatori di mucche da latte che non vogliono restituire il maltolto? Come mai tutti noi dobbismo psagare delle spaventose multe; no, non c’è solo la cifra nota ma anche ma anche del il resto molto molto alto. In Europa e da noi in Germania questo caso è considerato uno dei più grai della storia dell’europa, una vera scandalosa storia di aziende private che scaricano sui bilanci pubblici e sui cittadini le propriet truffe, le laversazioni e i ricatti mafiosi. Sono dei delinquenti. Quella è una truffa enorme coperta da mafiosi. Altro che i contributi editoriali!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: