“MANI BUCATE” Dalla Marcegaglia una proposta seria: meno sussidi, meno Irap (Barca, ha sentito?)

Svolta di Emma Marcegaglia. E’ pronta a dire sì al taglio dei sussidi alle imprese. E’ qualche cosa di inimmaginabile fino a poco tempo fa: solo nel 2009 la stessa Marcegaglia disse “Vogliamo soldi veri” al governo Berlusconi. Accusandolo di non investire in infrastrutture ma anche di non avere un “progetto industriale” per l’Italia dove per “progetto industriale” si deve intendere l’individuazione delle imprese e dei settori economici nei quali investire più soldi pubblici. Anche, perché no?, con più sussidi. Oggi la Marcegaglia ci ripensa. Evviva (e sono sincero).

Prima però lasciatemi polemizzare garbatamente con il presidente della Confindustria, con Stefano Fassina e con Fabrizio Barca. Il motivo è sempre lo stesso: quanti soldi pubblici vanno alle imprese private ogni anno? Il presidente della Confindustria ha corretto la sua stima: appena uscito “Mani bucate” disse che si trattava di appena 3,4 miliardi, oggi dice che sono solo 2,7. Nei giorni scorsi Stefano Fassina, responsabile economico del Pd, ha sostenuto (in uno studio da lui commissionato) che i soldi erano davvero 2,7 (tanto che mi viene il sospetto che la Marcegaglia abbia corretto la sua dichiarazione dopo aver saputo della stima inferiore di Fassina). Per il ministro per la Coesione Territoriale, Fabrizio Barca, i soldi sono 3,4, come ha detto la Marcegaglia qualche settimana fa.

Barca ha risposto ad una domanda di un giornalista di Repubblica che gli chiede: “Taglierete gli aiuti alle imprese? Si parla di 40-50 miliardi”. Ora: io non so dove abbia preso quel numero, certo non da “Mani bucate”. Probabilmente lo ha citato perché l’economista Mario Baldassarri, controllando il bilancio dello Stato, ha parlato effettivamente di 50 miliardi che vanno ogni anno alle imprese ma avverte anche subito che da quei soldi devono essere sottratti 15 miliardi che vanno alle Fs e al trasporto pubblico locale. La stima che faccio io è diversa dai numeri di Rep. A domanda “sbagliata” la risposta non può che essere “sbagliata”: Barca infatti risponde che “i numeri che girano sono sbagliati”. E vabbè. Ma la parte interessante arriva subito dopo: “Gli aiuti di Stato alle imprese sono lo 0,2% del Pil contro una media Ocse dello 0,5%”. Dato fuorviante perchè quello è il dato sull’uso dei fondi Ue nel 2009, ma non comprendono tutti i sussidi. Ma andiamo oltre. Barca aggiunge: “Se poi mi chiede se consideriamo i sussidi una strada per la crescita le rispondo: assolutamente no”. Doppio evviva.

Al di là delle polemiche, il ministro Barca e la Marcegaglia vogliono tagliare i sussidi pubblici alle imprese (resta solo da convincere Fassina, che invece li vorrebbe aumentare).

Ma la dichiarazione della Marcegaglia è ancora più importante. Nonostante un po’ di confusione sulla cifra (ma lasciamo stare, le ho mandato il libro come regalo di Natale, così le dimostro quali sono i numeri veri), ha detto: “Ci sono 30 miliardi di euro di sussidi imprese; tagliamoli e riduciamo le tasse alle imprese. Noi siamo pronti a fare uno scambio aperto su questo tema”. Se vogliamo tagliarli siamo pronti a ragionare concretamente e diciamo subito che noi, se i soldi ci sono, siamo disponibilissimi. Tagliate i sussidi e riducete l’Irap”. Perfetto. Finalmente una proposta seria. Meno sussidi e meno tasse. Barca lo faccia subito.

Leggi anche qui e qui.

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: