Un documento che fa paura: i 75 milioni pubblici investiti nell’Alto Belice-Corleonese

Siccome penso che, ribadisco, la Sardegna ci costerà l’ira di Dio, sono stato letteralmente terrorizzato dal leggere come i soldi per gli interventi di sviluppo locale vengono spesi. Non che non lo sapessi: in “Mani Bucate” ho collezionato esempi di sprechi, furti e malversazioni di capitale statale che fanno rabbrividire. Ma proprio ieri il ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato sul suo sito nuovi documenti riguardanti le valutazioni ex post di alcuni di questi interventi. Siccome, per molti motivi, la Sardegna ha problemi simili a quelli della Sicilia, ho scelto di leggere con un po’ di attenzione cosa il ministero dice a proposito di questo intervento: “Costruire un percorso tra natura e prodotti tipici: una valutazione ex post del Progetto Integrato Territoriale Alto Belice Corleonese 2000-2006”. Il periodo della programmazione è quello precedente a quello in corso (2007-2013), ma i tempi dei ministeri, si sa, sono quelli che sono. (Il documento integrale è disponibile qui)

Il progetto consisteva, usando le parole stesse del documento del ministero, nel “miglioramento dell’ accessibilità prevedendo, accanto ad interventi di recupero di edifici e strutture storiche, la creazione di una rete fisica di collegamento realizzando una pista ciclabile sul tracciato di una ex ferrovia e trasformando gli ex edifici ferroviari in punti di ristoro/pernottamento per gli eco turisti”. Per farlo è stata costituita una società pubblica con soldi pubblici: “Per la gestione del Patto venne formalmente costituita il 28 luglio 1998 la Società Alto Belice Corleonese Spa con capitale sociale (200 milioni di lire) interamente sottoscritto dai 20 comuni aderenti”. Nel triennio 1999-2000 sono stati spesi 36,5 milioni di lire, provenienti sia da fondi Ue che da fondi nazionali, Successivamente sono stati investiti altri 6,9 milioni di euro e poi, “dopo il completamento del Patto il Governo italiano ha poi finanziato un “programma aggiuntivo” del Patto Alto Belice Corleonese che una avuto una dotazione finanziaria di circa 8,5 milioni di euro e che si è concluso quasi integralmente alla fine del 2008 con una spesa di 8.250 milioni di euro”. Il 65% di tutti questi soldi sono andati alle imprese, il 25% in infrastrutture e il 10% in opere di carattere sociale.

Ecco i conti complessivi del programma

 

E adesso leggete qui: “A fronte dei 74,8 milioni di euro approvati, i dati al 30 giugno 2010 del sistema “Monit” della Ragioneria Generale dello Stato rendicontano per il PIT Alto Belice Corleonese 56,7 milioni di euro relativi a 176 progetti con 52,5 milioni di euro di pagamenti; la differenza fra importo approvato e importo rendicontato (18 milioni di euro pari al 24,1 per cento) è dovuta ai progetti che non sono stati condotti a termine e sta a testimoniare il fatto che il PIT ha utilizzato i tre quarti circa delle risorse finanziarie che la Regione gli aveva inizialmente assegnato”.

E passiamo alle conclusioni. Chi vuole può leggersele tutte (lettura davvero affascinante), ma fatemi postare un brano che dice molto di come gli enti locali usano i soldi pubblici: “Tutte queste programmazioni si sono quasi sempre sviluppate parallelamente, senza punti di contatto, come tanti compartimenti stagni del tutto indipendenti fra di loro; in conseguenza si sono moltiplicate le strutture di governo degli interventi: la Società di Gestione del Patto – che ha curato anche altri interventi come il Patto agricolo e il PRUST e che sta curando la partecipazione del territorio ai PIST – l’Ufficio Comune del PIT, le strutture di gestione dei GAL, gli Uffici delle Unioni di Comuni, ecc. E questa separatezza è la conseguenza diretta del prevalere, nei rapporti politici come in quelli tecnico-amministrativi, della logica della non interferenza piuttosto che di quella dell’integrazione. L’incongruenza di questo stato di cose è stata talmente evidente da indurre il partenariato economico e sociale a richiedere più volte un coordinamento dei programmi pubblici in atto nel comprensorio. Queste istanze sono rimaste peraltro inascoltate in quanto, sia nella fase di definizione dei documenti programmatici e degli obiettivi, che nella fase di gestione, hanno prevalso esigenze localistiche specifiche piuttosto che visioni di insieme volte a ricercare sinergie fra le diverse iniziative”.

Se poi cercate un’analisi approfondita degli effetti occupazionali di questi interventi, per i quali sono stati preventivati, lo ricordo, circa 75 milioni di euro, lasciate stare. Non c’è.

Ecco: sono documenti come questo che fanno paura: fa paura pensare che pur in presenza della necessità di nuovi investimenti pubblici, questi saranno gestiti in questo modo. Criminale. In “Mani Bucate” ho avanzato una proposta: fare entrare i privati nella gestione dei fondi pubblici e remunerarli a obiettivo raggiunto in base ad una percentuale sul totale dei fondi assegnati, che sale più il territorio nel quale vengono investiti è difficile. E’ una proposta, ma non ne vedo altre di soluzioni.

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

16 Risposte to “Un documento che fa paura: i 75 milioni pubblici investiti nell’Alto Belice-Corleonese”

  1. Cirano Says:

    Per caso non crederai mica che queste cose avvengano solo al Sud!?!

  2. marcocobianchi Says:

    @Cirano Assolutamente no. Ma al Sud è più facile che accadano. Lo dico per esperienza.

  3. Cirano Says:

    Non ne ho dubbi … ma per altrettanta esperienza diretta ti posso assicurare che Patti Territoriali, PIT, Cooperazione transfrontaliera, GAL e PSR difficilmente colloquiano anche all’estremo Nord. Buon lavoro.

  4. pit 38 objaśnienia Says:

    Good post. I learn something new and challenging on websites I stumbleupon everyday.
    It’s always useful to read through articles from other writers and use a little something from their websites.

  5. pit 38 instrukcja Says:

    Great post. I was checking continuously this blog and I
    am impressed! Extremely useful info specially the last part 🙂 I
    care for such information a lot. I was seeking this particular info for a very long time.
    Thank you and good luck.|

  6. zwrot podatku pit 37 Says:

    I am sure this piece of writing has touched all the internet
    visitors, its really really pleasant post on building up new website.

  7. syl.ro Says:

    Thanks for sharing your thoughts on podatek vat wikipedia.

    Regards

  8. edeklaracja Says:

    Hey! This is my first comment here so I just wanted to give
    a quick shout out and say I genuinely enjoy reading your articles.
    Can you recommend any other blogs/websites/forums that cover the same subjects?
    Thanks for your time!

  9. 8ua.di.gd Says:

    It’s the best time to make a few plans for the future and it’s time to be
    happy. I’ve read this publish and if I may I desire to recommend you some attention-grabbing issues or suggestions. Perhaps you could write next articles regarding this article. I want to learn more things about it!

  10. Harvey Says:

    It’s a shame you don’t have a donate button! I’d definitely donate to this superb blog! I suppose for now i’ll settle for book-marking and adding your RSS feed to my Google
    account. I look forward to brand new updates and will share this website
    with my Facebook group. Chat soon!

  11. pit przez internet Says:

    I have read so many content regarding the blogger lovers except
    this paragraph is really a pleasant paragraph, keep it up.

  12. rozliczenia pit przez internet Says:

    If some one desires expert view regarding running a blog after that i recommend him/her to pay a visit this weblog,
    Keep up the pleasant job.

  13. szybki pit Says:

    If you are going for best contents like myself, just pay a visit this web site all the time since it provides feature contents, thanks

  14. darmowy program do rozliczania pit 2013 Says:

    Hi I am so thrilled I found your site, I really found you by error, while I was browsing on Digg
    for something else, Anyways I am here now and would just
    like to say many thanks for a remarkable post and a all round entertaining blog (I also love the theme/design), I don’t have time to read it all at the moment but I have bookmarked it and also included your RSS feeds, so when I have time I will be back to read a lot more, Please do keep up the superb work.

  15. webpage Says:

    Thanks for ones marvelous posting! I definitely enjoyed reading it, you can be
    a great author. I will ensure that I bookmark your blog and may come back later
    in life. I want to encourage one to continue your great job, have a nice evening!

  16. Berniece Says:

    I am extremely impressed with your writing skills and also with the structure
    for your weblog. Is this a paid subject
    or did you modify it your self? Anyway keep up the excellent high quality writing, it’s uncommon to look a great weblog like this one nowadays..|

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: