Ecco chi non vuole le larghe intese

23 aprile 2013

Se l’emergenza del Paese è avere un governo che “dia fiato all’economia”, e se un governo è possibile solo con le larghe intese Pd-Pdl allora chi non vuole le larghe intese sono quelli che non hanno bisogno che l’economia riprenda fiato. Cioè chi ha un posto di lavoro garantito. Oppure i ricchi che possono permettersi di fare gli schizzinosi accarezzando la purezza della loro ideologia facendo distrattamente cadere la polvere sulle ferite del Paese.

Non leggere “Il diritto di avere diritti” e sentirsi comunque benone

23 aprile 2013

Qualche settimana fa, spulciando tra le novità in libreria, mi è capitato tra le manin l’ultimo libro di Stefano Rodotà, “il diritto di avere diritti”. L’ho aperto e ho iniziato a leggerlo. Una, due, tre, quattro pagine. Alla quinto l’ho riposto perchè mi è sembrata un’inutile e inconcludente sbrodolata di bellissime dichiarazioni di principio. Ho preferito comprare “Elogio del moralismo”, che ha un titolo più accattivante e, in alcune pagine, mi è sembrato perfino condivisibile oltre che interessante.

Leggi il seguito di questo post »

Non odiano Giannino, odiano quello che dice

22 aprile 2013

Sono da poco passati due mesi da un evento insignificante di fronte al disastro politico ed economico al quale stiamo assistendo. Il 18 febbraio, ad appena 6 giorni dalle elezioni politiche, Luigi Zingales pubblicava sul suo profilo Facebook il famoso post nel quale annunciava le sue dimissioni da Fare Per fermare il declino per la scarsa trasparenza riguardo ai titoli accademici del suo leader e candidato premier Oscar Giannino, dimessosi da tutte le cariche pochi giorni dopo.

Leggi il seguito di questo post »

Cosa si sono detti davvero D’Alema e Renzi

13 aprile 2013

D’Alema Come va?
Renzi Bene, bene e tu?
Sia chiaro, Matteo, che io non ho telefonato per farti fuori.
Ti conosco mascherina
Ahahah, ma dove le trova?
Ma che ne so, tu lo conosci meglio di me.
Beh, conosco… conosco… diciamo che lo frequento
Leggi il seguito di questo post »

Stampare moneta o sovietizzare l’Italia? Ecco l’alternativa dei “Maître à penser”

11 aprile 2013

Sembra che l’esperimento giapponese di raddoppiare la base monetaria stia riscuotendo un enorme favore, qui, in Europa. Ha, ad esempio, affascinato Federico Rampini secondo il quale anche gli Usa immettono un’enorme quantità di denaro, 85 miliardi al mese, nel sistema e gli effetti si vedono: 88mila occupati in più a marzo (rispetto ai 190mila previsti). Il tasso di disoccupazione è sceso dal 7,7% al 7,6%, ma questo è dovuto ad altri fattori (contrazione della partecipazione della forza lavoro, scesa di 496.000 unità  al 63,3%, ai minimi dal 1979) e solo marginalmente agli 88mila nuovi posti creati (che comunque sono una miseria).  Leggi il seguito di questo post »

Governissimo: cosa si diranno Bersani e Berlusconi

9 aprile 2013

Berlusconi Ciao

Bersani Ciao

Quindi?

Inizio io?

Se vuoi inizio io

No no inizio io. Allora, come va?

Leggi il seguito di questo post »

Trattative per il governo: ecco cosa Bersani ha davvero detto a Cicchitto

6 aprile 2013

Bersani – Ciao

Cicchitto Ciao

Allora

Allora

come va?

Io bene e tu?

Bene, bene, senti…

Leggi il seguito di questo post »

Se vuoi che le donne emergano, abolisci la legge sulle quote rosa

4 aprile 2013

“Il vero cambiamento ci sarà quando le donne saranno messe al centro della società”. Ecco, ci voleva solo l’eroina delle quote rosa che detta la sua ricetta per il vero cambiamento. Ok, prendiamo sul serio l’assunto: “Il vero cambiamento ci sarà quando le donne saranno messe al centro della società” e vediamo nei fatti se è così nell’ambito nel quale ciò è avvenuto. Leggi il seguito di questo post »

Due o tre cose che so di Vito Nicastri: l’uomo dei sussidi pubblici

3 aprile 2013

Io non so se Vito Nicastri sia un mafioso o un appartenente alla criminalità organizzata. Quello che so, a dispetto di qualche ambientalista convinto del contrario, è che Vito Nicastri è il perfetto prodotto dei sussidi pubblici alla produzione di energia verde. L’imprenditore al quale sono stati sequestrati beni mobili e immobili per 1,3 miliardi di euro, è diventato uno dei più grandi indistriali (e mi scuso con gli industriali veri per l’uso improprio del termine) eolici e fotovoltaici d’Europa grazie al sapientissimo uso dei miliardi di euro che lo Stato preleva dalle bollette degli italiani e distribuisce a chi impianta una pala o piazza pannelli solari per produrre energia da fonti rinnovabili.

Leggi il seguito di questo post »

Il dilemma di Böckenförde e l’inutile lavoro dei 10 saggi

2 aprile 2013

Valerio Onida, uno dei 10 saggi scelti dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha detto di “non essere ottimista” riguardo al lavoro delle due commissioni e, in particolare, della Commissione per le riforme istituzionali. Cerchiamo di capire perchè lo ha detto. Le due commissioni sono state istituite per “formulare precise proposte programmatiche” “in varie forme oggetto di condivisione da parte delle forze politiche” (i virgolettati sono del presidente Napolitano citati da Marzio Breda sul Corriere della Sera).  Leggi il seguito di questo post »

La politica ha fatto della Costituzione una merce di scambio. Bene.

28 marzo 2013

Quando la politica arranca, quando non sa che cosa fare e con chi farla, quando è alle corde ed è sotto ricatto, trova sempre la via d’uscita nelle “riforme costituzionali. E, infatti, l’idea di una Convenzione per riformare la Carta è regolarmente saltata fuori anche in questa occasione. Lo scopo è quello di legare il Pdl alle sorti del governo Pd senza però coinvolgerlo direttamente per evitare la spaccatura interna del partito di Bersani. Leggi il seguito di questo post »

Il programma di Grillo punto per punto (Oh my God…)

27 marzo 2013

Nell’incontro di oggi il segretario del Pd Pierluigi Bersani si è visto fare una proposta indecente dal partito fondato da Beppe Grillo: invece di chiedere la fiducia al M5S il Pd avrebbe dovuto dare lui la fiducia a un governo formato da uomini e donne del Movimento 5 Stelle. Questo governo avrebbe alla base i suoi 20 punti programmatici del Movimento. Prendiamoli sul serio e andiamo a vedere nel dettaglio in che cosa consistono i 20 punti del programma dei cittadini onorevoli. Leggi il seguito di questo post »