Posts Tagged ‘concorrenza’

Stampare moneta o sovietizzare l’Italia? Ecco l’alternativa dei “Maître à penser”

11 aprile 2013

Sembra che l’esperimento giapponese di raddoppiare la base monetaria stia riscuotendo un enorme favore, qui, in Europa. Ha, ad esempio, affascinato Federico Rampini secondo il quale anche gli Usa immettono un’enorme quantità di denaro, 85 miliardi al mese, nel sistema e gli effetti si vedono: 88mila occupati in più a marzo (rispetto ai 190mila previsti). Il tasso di disoccupazione è sceso dal 7,7% al 7,6%, ma questo è dovuto ad altri fattori (contrazione della partecipazione della forza lavoro, scesa di 496.000 unità  al 63,3%, ai minimi dal 1979) e solo marginalmente agli 88mila nuovi posti creati (che comunque sono una miseria).  (more…)

Annunci

“MANI BUCATE” La Ue deferisce l’Italia per il caso Ixfin di Marcianise: buttati 30 milioni (!) di aiuti di Stato

23 dicembre 2011

Al prossimo cartellino giallo si va fuori. Nella partita degli aiuti di Stato alle imprese l’Italia rischia grosso per il caso Ixfin Spa, società nata a Marcianise nel 2004, morta e poi risorta grazie ad un fondo di garanzia di 15 milioni di euro, concesso dallo Stato rispetto a un prestito di BancApulia. L’Europa aveva già richiamato l’Italia nel 2009: quell’aiuto pubblico non poteva essere concesso ad un’azienda che in quel momento non forniva alcuna garanzia. “Una garanzia sul nulla” è il titolo del capitolo di Mani Bucate in cui si tratta la complessa storia di Ixfin, ultimo anello di una catena di ben 37 passaggi di proprietà dello stabilimento ex Texas Istruments della provincia di Caserta. In questa vicenda, finita diverse volte in tribunale, ricostruisco i ruoli avuti dagli “imprenditori” Luigi Luppi, Carlo Fulchir e Massimo Pugliese.  (more…)

Bankitalia: più concorrenza, meno inflazione

13 ottobre 2010

In un working paper della Banca d’Italia, l’economista Martina Cecioni ha studiato e quantificato “l’effetto sulla dinamica dell’inflazione di variazioni del grado di competitività del mercato di beni e servizi per l’economia statunitense. I risultati mostrano che un aumento del 10 per cento del numero di imprese rispetto all’equilibrio di lungo periodo ridurrebbe l’inflazione dell’1,4 per cento”.

Più concorrenza, meno inflazione. Chiaro il concetto?

Il lavoro è liberamente scaricabile qui