Posts Tagged ‘mercato’

Speculatori? No, benefattori

9 agosto 2011

Definire coloro che stanno facendo esplodere il differenziale tra Btp e Bund a oltre 300 degli specultari significa rifiutare il sistema capitalistico sul quale si regge l’economia di mercato. (more…)

Annunci

Il Papa, Ostellino e John Stuart Mill

8 febbraio 2010

Non vorrei parlare troppo del Papa, ma ogni volta che Benedetto XVI apre bocca scatena reazioni rispetto alle quali è difficile non prendere posizione. Oggi, ad esempio, Piero Ostellino sul Corriere della Sera non le manda a dire al Santo Padre che ha parlato di “etica” e “responsabilità” delle imprese. Ostellino spiega al Papa che “la responsabilità sociale dell’imprenditore sta nel fare il proprio mestiere”. (more…)

Cosa si insegna alla Bocconi?

2 febbraio 2010

Finalmente uno splendido articolo del sito lavoce.info. Il succo è che la crisi economica non ha cambiato di un millimetro i programmi didattici delle università italiane. Vero. Verissimo. Perché pensare di risolvere i disastri provocati dalla bolla americana semplicemente creando nuove regole nell’illusione che ci possano preservare dalle prossime crisi (cosa, evidentemente, impossibile) è un’illusione se non si tocca il cuore del problema. (more…)

Stiamo sbagliando con la Cina?

29 gennaio 2010

Il rapporto dell’Occidente verso la Cina assomiglia a quella di una fabbrica che ha un unico cliente. Se quel cliente annulla gli ordini, la fabbrica chiude prima di riuscire a trovare un nuovo cliente. Bisogna stare molto attenti al rapporto che allacciamo ora con la Cina perché condizionerà il nostro futuro. Quando a Davos il vicepremier Li Keqiang dice che sarà Pechino a trascinare la crescita del resto del pianeta aumentando i consumi interni (che teoricamente dovrebbero fare aumentare le importazioni) liscia il pelo all’Occidente che non mi pare, a parte il giusto discorso di Sarkozy, che abbia messo in cima alla propria agenda il problema della parità di condizioni competitive. (more…)

Perchè il Papa non si fida degli economisti

4 gennaio 2010

John Maynard Keynes, Adam Smith e tutti i padri della scienza economica non si sarebbero mai sognati di fare delle previsioni. Il loro studi si concentrano sui meccanismi di funzionamento dell’economia e, in particolare, sulla domanda fondamentale alla quale ancora nessuno è riuscito a dare un risposta convincente: come fare arrivare a tutti la ricchezza prodotta dal mercato. (more…)

La terza via della Fiat a Termini Imerese

2 dicembre 2009

Ci sono tre modi per approcciare la grana di Termini Imerese. Il primo, che potremmo chiamare “tutto Stato” afferma che siccome in Sicilia il problema della disoccupazione è maggiore che nelle altre aree del paese e siccome se chiudesse Termini si avrebbero gravi conseguenze sul piano sociale, allora occorre che lo Stato si faccia carico delle perdite che quella fabbrica produce (costruire un’auto costa mille euro in più rispetto ad un altro sito produttivo Fiat in Italia) per evitare guai peggiori. (more…)