Posts Tagged ‘scuola privata’

Cosa ispira il referendum bolognese: gli insegnanti “servitori dello Stato”

24 maggio 2013

 

 

imgres

Stamattina Simone Spetia ha avuto ospite in trasmissione Mila Spicola. Molto interessante. La professoressa Spicola è un’insegnante (ma, apprendo dalla sua pagina Facebook, scrive anche sull’Unità, su Micromega ed è stata responsabile scuola del Pd a Palermo) ed è una delle promotrici del referendum bolognese di domenica che punta ad abolire il finanziamento comunale alle scuole private paritarie. (more…)

Una firma et voilà, sei subito di sinistra

20 maggio 2013

images

Elenco non aggiornato dei vip che hanno aderito all’opzione A del referendum di Bologna. Quelli, cioè, che vogliono che i bambini dei poveri frequentino solo scuole materne pubbliche riservando ai bambini delle famiglie ricche le scuole materne private.

(more…)

Perchè chi non vuole le scuole private è un classista che fa gli interessi dei ricchi

14 maggio 2013

Immagine

Chi è contrario al finanziamento pubblico alle scuole private, di solito, usa il seguente, stringente, argomento: i poveri non devono pagare per le scuole dei ricchi. E’ una posizione che condivido totalmente e, anzi, la faccio mia: i poveri non devono assolutamente pagare le scuole dei ricchi. Peraltro la scuola pubblica non è gratis, perché viene pagata con le tasse sia dei poveri che dei ricchi ed è trascurabile il dettaglio che i ricchi pagano la scuola due volte: le tasse per finanziare la scuola dei poveri e le tasse per mandare i propri figli alle scuole dei ricchi. Ma, siccome, appunto, sono ricchi, evidentemente, tutto ciò è secondario.

(more…)

Voglio un bicchiere d’acqua privata

18 novembre 2009

Intendiamoci sul termine “bene pubblico”. L’acqua è certamente un bene pubblico, ma non è detto che per usufruirne occorra che sia lo Stato a possederla. Anche la scuola è un bene pubblico ma mai al mondo accetterei il sillogismo scuola pubblica-controllata dallo Stato. In questo caso “scuola privata” sta a significare la proprietà non pubblica, non l’esclusione a priori di alcuni dalla possibilità di frequentarla. (more…)